2011 Docenti veneti all'estero
 
Associazione Veneziani nel Mondo e i 150 Anni dell’Unità d’Italia
 

E’ iniziato lo scorso 18 luglio 2011, presso l’Istituto Dante Alighieri di Mar del Plata (Argentina), il primo dei percorsi socio-culturali e formativi dedicati al 150 ° Anniversario dell’Unità d’Italia, organizzati dall’Associazione Veneziani nel Mondo con la collaborazione
delle nostre comunità all’estero, presso le quali si svolgeranno i programmi.
 
Si tratta di corsi impartiti da docenti della provincia veneziana, che prevedono l’insegnamento della storia dei 150 anni dell’Unità d’Italia, della cultura e delle eccellenze dell’economia veneziana e del Veneto, dell’educazione civica e dell’aggiornamento della lingua italiana.
 

 
1) Corso di formazione per docenti sulla LINGUA, la STORIA, la CULTURA, l’ ECONOMIA ITALIANA, VENETA e VENEZIANA, svolto a MAR DEL PLATA (Argentina), dal 15 luglio al 2 agosto 2011 - in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
 
A cura di
  • ·ASSOCIAZIONE “VENEZIANI NEL MONDO"
  • C.A.V.A. Comitato Associazioni Venete in Argentina
  • ·UFFICIO SCUOLA del CONSOLATO ITALIANO DI MAR DEL PLATA, ISTITUTO DANTE  ALIGHIERI DI MAR DEL PLATA,
  • ·COMITES (Comitato italiani all'estero)
  • ·COASCIT di Mar del Plata (Comitato assistenza scuole italiano all'estero).
 
Docente: professoressa ADA TOFFOLON, insegnante di lettere nel triennio delle scuole superiori.
 
Il corso è nato da un’idea dell’Associazione Veneziani nel Mondo di Venezia per celebrare la storia dei 150 anni dell’Unità d’Italia e dalla collaborazione fra i vari soggetti elencati nel titolo, in risposta ad una istanza di formazione di insegnanti di lingua italiana che operano a Mar del Plata.
Principalmente gli obiettivi prefissati erano i seguenti:
-approfondire la cultura italiana, soprattutto nell'aspetto linguistico, letterario e nelle più recenti produzioni editoriali e la conoscenza della storia italiana;
-divulgare la conoscenza della cultura veneta e veneziana e delle eccellenze produttive di Venezia e del Veneto;
-fornire alcuni elementi di educazione civica per un migliore esercizio del diritto di voto;
-esercitare la lingua italiana;
-proporre dei modelli didattici basati su esperienze consolidate.
 
All'insegnante che ha tenuto il corso sono stati forniti alcuni macro argomenti (lingua e letteratura italiana, storia dei 150 anni dell'Unità d'Italia, la Costituzione italiana e lo Stato nelle sue varie articolazioni, storia, cultura ed economia del Veneto), che la stessa ha articolato in un piano didattico di 50 ore, discusso e dettagliato con gli enti organizzatori, l'Associazione “Veneziani nel mondo” e, a Mar del Plata, il Consolato e la Società Dante Alighieri.
Sono stato questi ultimi (in particolare la direttrice della Dante, Valeria Brattelli, e il responsabile dell'Ufficio Scuola del Consolato, dottor Dragonetti) a predisporre il calendario e la successione delle varie lezioni, nonché a farsi carico degli aspetti organizzativi in loco, con il supporto fondamentale di Marcelo Carrara, componente del Comites, rappresentante dei veneti di Mar del Plata e giornalista ben introdotto nella comunità italiana.
Il periodo scelto coincideva con le vacanze della scuola italiana (e quindi con la disponibilità della docente, una volta conclusi gli esami di stato) e con le “vacaciones de invierno” dei docenti “allievi” di Mar del Plata (un periodo di due settimane nel pieno del loro anno scolastico). Questo ha obbligato a concentrare in due settimane l'intera attività.
Il corso è stato seguito da 16 insegnanti di Mar del Plata, la prima settimana sono state svolte 28 ore di lezione, la seconda 22. Si è trattato di lezioni frontali, alcune svolte con dei supporti multimediali. Durante le lezioni era lasciato spazio alle domande e alle osservazioni, consentendo di avere un feed back immediato, di esercitare la lingua italiana, di stabilire una partecipazione attiva di tutti.
Alla fine del corso l'Ufficio scuola del consolato ha somministrato un questionario di valutazione da cui emerge una piena soddisfazione di come si è svolta l'attività e degli apprendimenti, compresa la storia e l'economia del Veneto (considerando che la maggior parte non erano di origine veneta).
A sottolineare l'importanza attribuita al corso è stata la presenza, all'apertura e alla chiusura, dei presidenti (o loro delegati) degli enti organizzatori e del Console stesso, dottor Fausto Panebianco. Inoltre ne è stata dato ampio risalto nei mezzi di informazione locale (televisione, radio, giornali) durante trasmissioni rivolte precipuamente alla comunità italiana.
Durante il soggiorno argentino la prof. Toffolon ha potuto conoscere anche le varie comunità regionali italiane, in particolare “Le Tre Venezie”, nella cui sede ha incontrato i vertici dell'associazione che hanno illustrato le varie attività. Alla festa dei Sardi ha incontrato il premio Nobel per la Pace Adolfo Perez Esquivel, Ha visitato alcune scuole di Mar del Plata, dove ha parlato ai ragazzi della scuola superiore italiana e ha fatto lezione di storia.
Ha conosciuto, insomma, tante realtà dell'emigrazione veneta e italiana in Argentina, ma soprattutto quanto grande sia il desiderio di conoscere la lingua italiana e la cultura del nostro Paese, e lo sforzo – in questo senso - di enti, associazioni e persone che si impegnano per questo obiettivo.
Mar del Plata è una città di 500.000 abitanti, distante 400 km dalla capitale Buenos Aires, è il più importante centro turistico sull'Atlantico dell’Argentina, sede di varie attività manifatturiere e di un porto peschereccio molto rilevante per la pesca oceanica. Nei dintorni si estende la pampa umida e la sierra, dove viene praticata l'agricoltura e l'allevamento.
Pesca, cantieristica, manifatture, turismo, costruzioni e agricoltura sono i vari settori che hanno dato ai molti italiani, arrivati in questa zona nelle varie ondate migratorie del secolo scorso, possibilità di lavoro e di sviluppare nel corso degli anni un'imprenditoria che li ha portati ad essere la parte più dinamica e ricca della città. Non è raro trovare studi professionali, imprese, attività di servizi, amministratori pubblici che richiamano nel nome l'origine italiana.
Essi si sentono innanzitutto argentini, perché questa è la terra che ha permesso loro di costruire un futuro per sé e per i loro figli, nonostante le difficoltà di un Paese esposto a oscillazioni economiche e politiche. Ma il legame con l'Italia è molto forte, tanto che quando ne hanno avuto la possibilità i discendenti degli italiani hanno cercato di avere il doppio passaporto.
Un indice del forte sentimento verso tutto ciò che è italiano è la volontà di conservare o apprendere la lingua di Dante. Molte sono le scuole dove la si insegna fin dai primi anni del corso di studi, così come sono numerosi i corsi organizzati dalle varie comunità di italiani e dalla stessa Dante Alighieri, che è molto attiva non solo nell'educazione linguistica, ma anche in tutto ciò che è diffusione della conoscenza della cultura, della storia, della storia dell'arte e in generale della civiltà italiana, dell’economia veneziana e veneta.
Questo interesse culturale ed economico per il nostro Paese è sostenuto e caldeggiato anche dalle autorità consolari, attraverso l'Ufficio Scuola, ma è soprattutto grazie all'azione congiunta di soggetti privati, associazioni ed enti – come dimostra il progetto portato a termine – che è stato possibile finora dare concretezza a questa istanza di “italianità”e “veneticità”.


2) Corso di formazione per docenti sulla LINGUA, la STORIA, la CULTURA, l’ ECONOMIA ITALIANA, VENETA e VENEZIANA, svolto a CORONEL VIVIDA (Brasile), dal 10 AL 30 agosto 2011 - in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia

A cura di
  • ASSOCIAZIONE “VENEZIANI NEL MONDO”
  • Federazione delle Associazione Venete dello Stato del Paranà  
  • Centro di Cultura Italiana  per lo Stato del Paranà e di Santa Catarina
  • Pedro Mezzomo, delegato regionale della Camera di Commercio Italo Brasiliana del Paranà













 
 






3) Corso di formazione per docenti sulla LINGUA, la STORIA, la CULTURA, l’ ECONOMIA ITALIANA, VENETA e VENEZIANA, svolto a  SANTA FE (Argentina), dal 12 AL 30 settembre 2011 - in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia

A cura di
ASSOCIAZIONE “VENEZIANI NEL MONDO”
C.A.V.A. Comitato Associazioni Venete in Argentina
GIOVENTU' VENETA DI ARGENTINA  -  Ivana Quaratti 
Circolo Veneto di Santa Fe

 





Piazzamercato
2008 Montenegro
2008-2009 E-Youth
2008-2009 Formazione sulla calzatura
2009 Perfezionamento per docenti veneto-brasiliani
2009 Arte vetraia a Murano
2009 Arte vetraia in Argentina
2010 Moda ed accessori
2010 SAMBA
2010 SAMBA Updating
2010 SAMBA - Risultati e video
2010 Corale veneziana in Brasile
2010 Enogastronomia lagunare in Brasile
2011 MISSIONE IN ARGENTINA
2011 Merletto di Burano in Montenegro
2011 Docenti veneti all'estero
2011 Made in Venice a Los Angeles
2011 Scambi formativi e culturali col Canada
2011 Scambi col Canada video
2011 Incontri letterari
2011 Enogastronomia veneziana con Venezi@Opportunità a San Paulo
2012 Conferenze sull'emigrazione nelle scuole
2012 Canada, enogastronomia nelle scuole e sociale a Venezia
2012 Montenegro: Corso sulla maschera veneziana
2012 Canada : Mostra su Venezia e provincia
2012 Veneti di Marau e AVM
2012 Enogastronomia lagunare veneziana a Marau, BR
2013 Cultura e storia delle perle veneziane
2013 Fiera SC Gourmet Brasile
2014 Food as EU passepartout
2014 Enogastronomia lagunare venez in Montenegro
2014 Costumi veneziani
2014 Arte orafa
2014 Venezia, ieri e oggi
2014 Lunardon
2014 Arte e cultura del vetro
2015 Corso di restauro oreficeria
2015 Il merletto di Burano
HOMEORGANISTATUTOPROGETTI : CULTURA-ECONOMIAPROGETTI : EVENTI E RICORRENZEGIOVANI VENETI NEL MONDOASSOCIAZIONI ALL'ESTEROLINKS UTILINEWS